Un Santo a Botticino

E-mail Stampa
A questo evento straordinario della canonizzazione di don Arcangelo Tadini, la comunità parrocchiale di Botticino Sera non arriva impreparata avendo sviluppato in questi ultimi anni una serie di importanti iniziative sia sotto l’aspetto pastorale che di restauro di luoghi cari a don Tadini.
 Sotto l’aspetto pastorale la comunità parrocchiale in questi anni ha attivato una azione di rinnovamento che va dall’anno di Missione (Visibili e Credibili) del 2007, al rilancio dei “Centri di ascolto”, alla riscoperta dei “Ministeri”, all’attivazione del gruppo “Famiglia e dintorni”, all’assunzione dell’impegno per la Scuola Media don Orione”, al varo della catechesi per l’iniziazione cristiana. Per quanto riguarda i corsi di formazione per animatori per la catechesi degli adulti, (della costituenda Unità Pastorale tra le parrocchie di Sera, Mattina e Sangallo), gli incontri si sono sempre tenuti nel salone della Casa Madre delle Suore Operaie, con la quale, in questi ultimo anni, si sono intrecciati proficui rapporti di collaborazione; vedi la presenza pomeridiana di una suora presso la segreteria dell’oratorio, la santa Messa celebrata da un sacerdote della parrocchia una volta alla settimana nella cappella del Santo.  
 Per quanto riguarda gli edifici che il don Tadini ebbe tanto a cuore, va sottolineato che la Parrocchia, nonostante fosse già gravata da onerosi impegni finanziari derivanti dalla ristrutturazione dell’oratorio, non ha esitato a porre mano all’operazione di restauro della chiesa e della canonica, i cui edifici furono gravemente danneggiati dal terremoto 2004. Inoltre, la Sovrintendenza ai Beni Culturali ha recentemente approvato, con gli uffici competenti della Curia, la proposta di adeguamento del Presbiterio secondo le normative della riforma liturgica. Sarebbe opportuno, proprio per l’importanza dell’evento che ci attende, dare compimento a tale progetto che prevede una sistemazione più decorosa dell’attuale altare per la messa, dell’ambone e dello spazio circostante. 
 Tutto questo dovrebbe prepararci ad accogliere nel modo migliore l’avvenimento del 26 aprile p.v. con il quale don Arcangelo Tadini sarà riconosciuto ufficialmente santo dalla Chiesa universale. Le pagine che seguono ci aiutano a conoscerlo meglio, non saranno certamente le uniche e le ultime ma che per noi di Botticino hanno un sapoore tutto particolare.  
AddThis Social Bookmark Button